Ivan Zini

Blog tecnico di un sistemista bolognese. [senza condivisione la conoscenza è inutile.]

HackInBo 2014 – Sicurezza all’ombra delle Torri – 3 maggio 2014 Bologna

hackinbo_2014Sabato 29 Marzo sono andato a trovare gli amici di RaspiBo, che organizzavano l‘ArduinoDay 2014, presso l’urban center della Sala Borsa a Bologna.
L’evento è stato davvero un successo con tanti makers e le loro realizzazioni, indiscusse protagoniste della giornata, e che ha visto la partecipazione di tanti appassionati di elettronica ed informatica libera.
In questa occasione ho incontrato l’amico Mario Anglani, ideatore ed organizzatore di HackInBo, con il quale ho fatto una piacevole chiacchierata sull’edizione di quest’anno, che si terrà il 3 Maggio sempre a Bologna, ed è nata per gioco una sorta di intervista che voglio proporre così come è venuta.

Mario, due parole su di te:
Sono Mario Anglani, classe 1981, da 10 anni a Bologna e felicemente papà di 3 splendide creature.
Le tre mie grandi passioni sono la moto, infatti lavoro in Ducati nel reparto sviluppo veicolo, i computer e la cucina.

Perchè HackInBo e come è nata l’idea?
Sono anni che partecipo ad eventi sul software open source e la sicurezza informatica e mi ero stufato di girare mezza Italia per partecipare a questi incontri e…mi sono detto:
“Perché non organizzare proprio a Bologna un evento sulla sicurezza informatica?”
L’idea è nata l’anno scorso e nel giro di un mesetto tutto si è concretizzato.
Inizialmente pensavo di fare un evento tra amici ed appassionati, poi invece, tramite contatti e conoscenze di specialisti del settore, ho avuto la possibilità di disporre di una nutrita rosa di professionisti da contattare per partecipare in qualità di relatori.
Parlando in giro e con gli amici, l’interesse per la cosa cresceva e quindi l’idea iniziale si stava trasformando in qualcosa di più importante, che mi ha convinto a contattare altri specialisti e professionisti, che non conoscevo di persona ma di fama, che hanno subito condiviso la mia idea, accettando con entusiasmo di aderire alla manifestazione.

Una volta avuta l’adesione dei relatori, quale è stato il passo successivo?

Mi sono mosso subito per ottenere il patrocinio del comune di Bologna che è stato prontamente concesso nell’ambito del progetto dell’Agenda Digitale , grazie alla signora Leda Guidi.
Una volta ottenuto il patrocinio ho avuto la disponibilità di una sala comunale attrezzata per l’occasione.
Successivamente ho richiesto altri patrocini di associazioni del settore come ERLUG, AIP, CSA e Clusit, mentre per i privati la Ducati è stata l’unica azienda sponsor.

Con un’unica parola definisci l’edizione di HackInBo 2013:
Emozionante!

Parliamo ora di HackInBo 2014. Come hai organizzato quest’edizione?
Innanzitutto sono partito dal questionario di gradimento, che avevo inviato via email ai partecipanti dell’edizione passata, da cui ho tratto spunti e suggerimenti per migliorare quella del 2014.
Ad Ottobre dello scorso anno quindi, ho iniziato a pensare a tutto, ma le cose per me importanti erano mantenere il clima dell’edizione passata, rilassato e informale, mantenere alta la qualità dei relatori, ed infine sopperire ai servizi che mancavano.
Quando ho contattato alcuni possibili relatori per l’edizione di quest’anno, una cosa che mi ha fatto estremamente piacere era che conoscevano o avevano sentito parlare di HackInBo…e son soddisfazioni!! :D
Altro passo fondamentale è stato contattare sponsor importanti, che mi hanno dato fiducia e permesso di avere un evento meglio organizzato, ma voglio sottolineare l’indipendenza di HackInBo, che rimane un momento di aggregazione e di divulgazione e non è certo un evento dove troverete gente in giacca e cravatta a scambiarsi bigliettini da visita!
Ci tengo anche a sottolineare che HackInBo è pubblico, gratuito e aperto a tutti (previa registrazione, perché i posti sono limitati).
Per facilitare l’accesso a più partecipanti possibili mi sono dato molto da fare per ottenere convenzioni per il trasporto (Italo Treno) e per il pernottamento (Una Hotel) oltre a punti di ristoro.

Cosa ci aspetta in quest’edizione?
L’evento di quest’anno avrà una durata più lunga del precedente, la sede è più prestigiosa e comoda da raggiungere per chi viene da fuori (L’Auditorium Enzo Biagi di SalaBorsa). Il tema scelto sarà la “Cyberwar”, un argomento molto interessante ed estremamente attuale.
Su http://www.hackinbo.it/programma-evento/ troverete il programma dettagliato ed oltre ai talks, ci sarà una tavola rotonda esplosiva a cui partecipano, tra l’altro, Raul Chiesa, famoso “ethical hacker” italiano.

Stai avendo adesioni di partecipanti?
In poco più di una settimana ho esaurito tutti i biglietti disponibili facendo partire la lista d’attesa.
Inoltre vi anticipo che ci saranno delle sorprese per i partecipanti…ma non svelo nulla!! ;)

Aggiornamento dell’ultima ora: da ieri l’organizzatore (Mario!) sta mandando le mail a tutti i partecipanti registrati, per chiedere le taglie delle t-shirt da regalare!!! Si era mai vista una cosa del genere in un evento gratuito? HackInBo è e sarà bello anche per questo..

Con un’unica parola definisci l’edizione di HackInBo 2014:
Incredibile!

Vai con i ringraziamenti!
Ok fai copia e incolla della pagina dei ringraziamenti di HackInBO ;)

HackInBo vuole ringraziare gli sponsor che credono in un evento “diverso” dal solito.
Un momento di aggregazione dove potersi confrontare rimanendo aggiornati sulle ultime tematiche del mondo I.T.
HackInBo non è un luogo dove scambiarsi biglietti da visita in giacca e cravatta.
E’ un posto dove respirare un po di sana aria “Underground” passando alcune piacevoli ore.
E’ un evento organizzato da un unica persona e non sarà mai perfetto! Quindi GODITELO così come viene….
Grazie ai relatori che mi hanno dato fiducia.
Grazie di Cuore a Daniele C. per lo sviluppo WEB e a Paolo Dolci di WpSeo per il supporto.
Grazie a tutte quelle persone che mi hanno dato una mano affinché HackInBo potesse diventare realtà.
Grazie al Patrocini e al Comune di Bologna.

La conclusione, Mario!
HackInBo è per me una cosa importante perché dimostra, nonostante non essendo del settore e facendo tutt’altro mestiere, tra mille impegni, il lavoro, i figli, RaspiBo, la cucina, che se davvero si persegue con passione e volontà una cosa in cui si crede questa si realizza, ed HackInBo è tutto questo!
Spero vivamente che questo evento possa crescere ed evolversi negli anni arrivando a diventare un nuovo punto di riferimento nel panorama Italiano degli eventi dedicati alla sicurezza informatica.
Quindi vi aspetto tutti il 3 maggio a Bologna!

Bene, ma non sperare di cavartela così…visto che hai anche la passione della cucina lasciaci una tua ricetta!!
Ok che ne dici di  Uovo Camiciato su Fonduta di Grana Padano e Lacrime Tartufate“??

Ingredienti

Preparazione

uovo

  • 1 Uovo Freschissimo
  • Aceto di Vino Bianco
  • Latte 70 gr.
  • Grana Padano 40 gr.
  • Fecola di Patate 5 gr.
  • Salsa Tartufata
  • Noce Moscata
  1. Mettete sul fuoco circa 1 litro di Acqua con 1 Cucchiaio di Aceto
  2. Appena Comincia il Bollore Imprimete all’Acqua un Movimento Circolare Usando un Mestolo
  3. Abbassate al Minimo la Fiamma e Versate Delicatamente l’Uovo nel Centro della Pentola
  4. Rialzate “Leggermente” il Fuoco e Fate Cuocere per Circa 4 minuti
  5. Usando una Schiumarola Scolate l’Uovo e Tenetelo in Caldo
  6. In un Pentolino fate Scaldare il Latte con la Fecola e una Grattugiata di Noce Moscata
  7. Dopo qualche minuto Aggiungete il Grana Padano e Fate Rapprendere Mescolando
  8. Versata la Fonduta sul Piatto, Appoggiatevi al Centro l’Uovo e Decorate con Gocce di Salsa Tartufata
  9. Pochi Secondi Prima di Servire Aprite Delicatamente l’Uovo a Metà.

Buon appetito!!!

O _ o vorrà dire che la prossima chiacchierata/intervista verrò a farla a cena a casa tua!!!


Nella stessa occasione ho incontrato e conosciuto la gentilissima Leda Guidi, che ringrazio, dirigente e responsabile U.I. dell’Agenda Digitale del comune di Bologna, alla quale ho chiesto il suo pensiero su manifestazioni come HackInBo:

Manifestazioni come HackinBo, RaspiBo, ArduinoDay, LinuxDay rientrano a pieno titolo nell’agenda digitale, che vuole dare la giusta attenzione e spazio a una realtà territoriale in fibrillazione, che esprime creatività, passione e che contribuisce all’evoluzione del digitale.
L’intento e la volontà del comune di Bologna è quello di mettere in relazione questi eventi e sostenere queste pluralità di contesti perché sono, anche se informalmente, sempre al servizio della collettività.
L’agenda digitale si nutre e si evolve anche grazie a questi movimenti di partecipazione e inclusione perché tutto ciò che ritorna alla comunità è aria fresca per tutti!

Questo è quanto,  grazie a tutti per la disponibilità e la gentilezza…e ci vediamo ad HackInBo! ;)
IZ

About these ads

3 risposte a “HackInBo 2014 – Sicurezza all’ombra delle Torri – 3 maggio 2014 Bologna

  1. Fabio 01/07/2014 alle 12:26

    come fare ad avere la t-shirt?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 183 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: