Upgrade vmware esxi 4.1 alla 5.0

Postato il Aggiornato il

L’aggiornamento di esxi dalla versione 4.1 alla 5.0 non può essere gestita come dalla 4.0 alla 4.1 con l’utility   “vSphere Host Update Utility” ma, per gli host stand alone, occorre utilizzare il cd d’installazione di esxi 5 scaricato dal sito di vmware (o con l’immagine iso se si utilizza la ILO).
Chiaramente sul host da aggiornare occorre spegnere le macchine virtuali e magari fare un bel backup in caso le vm risiedano su storage locale.
Le immagini in questo post sono state prese aggiornando un host “virtuale” per comodità ma la procedura è la medesima per un host fisico.
Questo è l’host esxi 4.1 da aggiornare:

La procedura e veloce e molto semplice.
Inserire il cd di vSphere 5 nel lettore cd/dvd e riavviare l’host (impostare il boot da cd).
Al riavvio partirà il boot da cd proponendovi la seguente schermata:

Digitando invio apparirà la seguente schermata di caricamento:


Digitare Invio e successivamente premere F11 per accettare la licenza di utilizzo.

Ora selezionare il disco da aggiornare e premere invio:

Dopo un’ulteriore scansione dei device apparirà la schermata che informerà che è stato rilevato l’installazione di esxi e di un datastore vmfs.

Le opzioni proposte sono 3:

  • Upgrade ESXi, preserve VMFS datastore –> Aggionare esxi e preservare il datastore vmfs
  • Install ESXi, preserve VMFS datastore     –> Installa esxi, sovrascrivendo la precedente installazione ma preservando il datastore
  • Install ESXi, overwrite VMFS datastore   –> Installa esxi, sovrascrivendo sia la precedente installazione sia il datastore.

Per l’upgrade selezionare la prima opzione.

Parte l’aggiornamento alla versione 5

L’upgrade è terminato

Rimane  solo il reboot del sistema.

Ora l’host è aggiornato alla versione 5.
Se non avete esigenze particolari consiglio un’installazione pulita di esxi.
Questa è la procedura per host stand alone ma nel caso di infrastrutture complesse clusterizzate, gestite da uno o più vCenter, occorre prima aggiornare quest’ultimo e proceder tramite l’update manager all’aggiornamento dei singoli host senza così perdere le configurazioni all’interno del/i cluster.
Per aggiornamento del vCenter dalla 4.1 alla 5 seguite questa ottima guida di Luca Dell’Oca su vuemuer.it
Qui sempre sullo stesso blog la procedura per aggiornare gli host tramite vCenter.

IZ

6 pensieri riguardo “Upgrade vmware esxi 4.1 alla 5.0

    Luca Dell'Oca ha detto:
    07/03/2012 alle 23:39

    Grazie per i pingback, sempre graditi🙂

      Ivan Zini ha risposto:
      07/03/2012 alle 23:42

      Ciao Luca!!
      grazie a te dei tuoi ottimi post!🙂

      IZ

    Giovanni ha detto:
    08/03/2012 alle 08:43

    Ciao Ivan,

    grazie per la guida, io ho preferito l’installazione pulita. una cosa non ho ancora capito per le fix con la 4.1 c’era l’ utility che ti permettteva di farle, con la ver. 5 come si aggiornano le nuove fix?
    Grazie come sempre.
    Ciao.

      Ivan Zini ha risposto:
      08/03/2012 alle 12:59

      Ciao Giovanni!

      la versione free di esxi 5 si aggiorna tramite la vSphere CLI.
      Spero di fare presto una guida in proposito.

      IZ

    Mirko ha detto:
    16/03/2012 alle 18:16

    Grazie per la guida.
    Una domanda: E’ possibile selezionare la terza opzione (Install ESXi, overwrite VMFS datastore) e poi caricare i backup delle VM fatti con VM explorer? Se sì, in questo modo riuscirei a baipassare il limite dei 256 Gb per blocco da 1 MB della versione precedente con le VM vecchie?
    In altre parole il mio problema è che ho creato una VM, sotto il mio ESXi 4.1, con il file vmdk di 256 Gb e quando tento di eseguire il backup con VM explorer mi restituisce l’errore “File is larger than the maximum size supported by datastore ‘”. Da alcuni forum sembra che potrei risolvere il mio problema nel modo sopracitato, mentre secondo altri no. Secondo te?
    Grazie in anticipo.

    Ivan Zini ha risposto:
    30/03/2012 alle 09:39

    Ciao Mirko,

    scusa la tardiva risposta ma mi ero perso il tuo commento!
    La strada che indichi mi sembra percorribile, devi però formattare il datastore con blocchi superiori a 256GB.
    La cosa migliore sarebbe testare in un lab questa procedura.
    IZ

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...