OpenFiler

Openfiler migra a CentOS

Postato il Aggiornato il

logo_opncentosOpenfiler, la distribuzione per realizzare SAN e NAS, che attualmente è basata su rPath (basata a sua volta su Fedora), sarà migrata a CentOS, la distribuzione derivata da Redhat, così come è stato annunciato dal team di sviluppo il 22 Luglio.
In seguito al cambio della distribuzione di base, anche il package manager di default sarà diverso.
Infatti al posto di Conary manager, Openfiler userà Yum, il packet manager di pacchetti RPM usato in Redhat e derivate.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Failover Cluster con OpenFiler 2.3 (4a Parte)

Postato il Aggiornato il

segue dalla parte 3a.

Avviare HeartBeat e prima configurazione

rm /opt/openfiler/etc/httpd/modules
ln -s /usr/lib64/httpd/modules /opt/openfiler/etc/httpd/modules

prima di avviare l’heartbeat creiamo un logical Volume:

lvcreate -L 50M -n filer vg0drbd

Entrare sull’interfaccia web di openfiler01 e abilitare il servzio iscsi target che genererà  automaticamente il file  /etc/ha.d/haresource
Leggi il seguito di questo post »

Failover Cluster con OpenFiler 2.3 (3a parte)

Postato il Aggiornato il

segue dalla parte 2a.

Configurazione di HeartBeat

Heartbeat si occupa di gestire lo switch delle risorse tra i due nodi, questo processo viene detto “FailOver”.
I due nodi eseguono heartbeat come servizio, il quale, invia un segnale sull’interfaccia secondaria (eth1).
Se un nodo muore, HeartBeat rileva questo evento ed elegge il nodo secondario a primario eseguendo vari script di avvio che si trovano in “/etc/ha.d/resources.d”

Occorre quindi modificare I file “/etc/ha.d/ha.cf” e “/etc/ha.d/authkeys”.

Su entrambi gli openfiler Creare il file /etc/ha.d/authkeys aggiungendovi

auth 2
2 crc

Registringiamo il permesso sul file solo all’utente root su entrambi gli openfiler: Leggi il seguito di questo post »

Failover Cluster con OpenFiler 2.3 (2a parte)

Postato il Aggiornato il

segue dalla parte 1a.
Ora occorre modificare su entrambi gli openfiler il file /etc/hosts per il corretto dialogo in rete tramite il nome host FQDN (Fully Qualified Domain Name).

Su openfiler01 :

# Do not remove the following line, or various programs
# that require network functionality will fail.
127.0.0.1 openfiler01 localhost.localdomain localhost
192.168.32.12 openfiler02

Su openfiler02:

# Do not remove the following line, or various programs
# that require network functionality will fail.
127.0.0.1 openfiler02 localhost.localdomain localhost
192.168.32.11 openfiler01

Adesso occorre che i due nodi si scambino informazioni via ssh senza l’utilizzo di una password ma con chiavi condivise:

Leggi il seguito di questo post »

Failover Cluster con OpenFiler 2.3 (1a Parte)

Postato il Aggiornato il

A distanza da più di anno dalla presentazione di questo progetto al LinuxDay 2010 di Bologna, dove potete qui scaricare le slide, pubblico finalmente il post relativo sul blog….che volete ognuno ha i suoi tempi :P.
Nel frattempo il progetto è stato ottimizzato e semplificato, per quanto possibile.
Il risultato finale è di ottenere un Cluster in Alta Affidabilità (HA), che metta a disposizione un volume iSCSI da utilizzare come datastore per vmware esxi 4.1 .
Il tutto è stato testato nelle condizioni peggiori:
openfiler in macchine  virtuali e rete a 100MB con risultati davvero notevoli ovvero le 3 macchine virtuali, sul volume messo a disposizione del cluster, non hanno subito la minima disfunzione una volta spento il nodo primario.
Le prestazioni del cluster con l’utilizzo di macchine fisiche con volumi raid dedicati e connessioni di rete in gigabit, utilizzando anche il bonding tra le schede di rete e switch con aggregation link, sono sicuramente di livello Enterprise.
Leggi il seguito di questo post »

Installare Openfiler 2.99 su una chiavetta usb

Postato il Aggiornato il

L’installazione di Openfiler 2.99, su una chiavetta usb risulta molto più semplice,  rispetto alla versione 2.3 (vedi post relativo), in quanto i driver Usb vengono caricati prima  durante il processo di boot.
Consiglio di utilizzare almeno una chiavetta usb da 4GB.
Procedere come segue:
Alla 1a schermata d’installazione digitate “linux expert” poi invio.
Configurate manualmente il partizionamento del volume usb creando le partizioni:
Leggi il seguito di questo post »

Installare vmware tools su Openfiler virtuale

Postato il Aggiornato il

Ed ecco un altro post, dopo quello precedente su smoothwall, che riguarda l’installazione dei vmware tools su un’altra distribuzione linux, sottoposta ad hardening come la, ormai a me cara, Openfiler, che viene spesso virtualizzata all’interno di vmware vSphere con la funzione di storage iscsi condiviso.
Occorre che openfiler sia aggiornato all’ultima patch e sarà necessario scaricare e installare un compilatore gcc (compilatore C) per la corretta compilazione dei tools.
Leggi il seguito di questo post »

OpenFiler: The missing manual

Postato il Aggiornato il

Ci tengo a segnalare ai fans di openfiler, e non, questa utilissima guida, nonché  manuale, su openfiler di Greg Porter.
In primis Greg ci spiega bene cos’è openfiler  e ci guida passo passo alla sua installazione e alla creazione di volumi iscsi che essenzialmente utilizza come storage per vmware e xen.

QUI il link al suo sito..interessantissimo anche per i suoi articoli su Xen

Openfiler : Creare cartelle condivise con autenticazione LDAP

Postato il Aggiornato il

Data l’ampia richiesta di aiuto e domande per creare cartelle condivise con autenticazione  ldap in openfiler, ho deciso di postare un breve tutorial che spieghi passo passo come impostare una cartella condivisa con una semplice autorizzazione di un gruppo con un singolo utente, utilizzando l’utenticazione LDAP integrata in openfiler.
Ricordo che openfiler utilizza il “samba” server che è un pacchetto Open Source  che permette la condivisione di cartelle e stampanti (e l’accesso a risorse condivise) tra client di rete SMB/CIFS  (tipicamente rete Microsoft Windows) e client di rete linux e Mac.
L’esempio seguente non fa riferimento ad integrazioni con active directory o ldap esterni ma solo utilizzando l’autenticazione locale di openfiler.
Leggi il seguito di questo post »

Aggregare più schede di rete in Openfiler: Bonded Interface

Postato il Aggiornato il

Prendo spunto per questo post da una email arrivatami qualche giorno fa da un “concittadino” 🙂 che vorrei approfondire qui perché è un argomento interessante e fondamentale se openfiler viene utilizzato come san iscsi in alta affidabilità.
La domanda posta nella mail era:

Ho una scheda madre Supermicro con 2 porte giga ethernet.
E’ possibile utilizzarle entrambe aggregando la banda di trasferimento?”

Openfiler permette questa “aggregazione” di schede di rete in unità di schede logiche grazie ad una funzione del kernel chiamata channel bonding che permette a due o più interfacce di agire come se fossero una unica interfaccia non solo per incrementare la banda di trasferimento ma anche per creare ridondanze per alta affidabilità e bilanciamenti di carico.
Questa modalità prende il nome di Bonded Interface oppure Nic Team.
Leggi il seguito di questo post »

Virtual Infrastructure gratuita con vmware esxi e openfiler

Postato il Aggiornato il

esxi-openfilerClamorosamente quasi un annetto fa vmware rilasciò gratuitamente il suo nuovo hypervisor esxi (qui trovare il datasheet) che permette di mettere in piedi vera e propria una virtual infrastructure accollandovi ovviamente solo il costo dell’hardware.
Occorre controllare che il vostro server sia elencato sulla HCL (hardware compatibility list) di vmware esxi e il gioco è fatto.
Non starò qui a descrivere l’installazione di esxi perché è davvero semplicissima e in rete  si trovano infinite guide a riguardo ben fatte.
In questo post spiegherò come realizzare con vmware esxi, come hypervisor, e openfiler come iscsi san, una eccellente infrastruttura virtuale gratuita.
Diamo per scontato di avere già pronti all’uso un sistema esxi e un sistema openfiler.(vedere i miei post precedenti sull’installazione openfiler).
Configuriamo in primis Openfiler per farlo diventare un “Target iSCSI” a cui successivamente collegheremo vmware esxi. Leggi il seguito di questo post »

Installare OpenFiler 2.3 su una chiavetta USB

Postato il Aggiornato il

openfiler_usbCome avevo preannunciato nei post precedenti su Openfiler, spiegherò passo passo come installare  openfiler su una chiavetta usb che minimo deve essere di 2GB (capirai 10€ di spesa!!).
Innanzitutto perchè installarlo su una chiavetta?
Se come me avete un server con un controller raid che gestisce solo 2 dischi in raid 1, e volete tener separato il volume di storage con quello dell’installazione del so di openfiler la soluzione non proprio ideale ma funzionale è appunto installare openfiler su chiavetta usb.
Infatti sul sito di openfiler vi è la possibilità di acquistare per 175€ un Plug n’ Play Openfiler Disk on Module, ovvero una flash memory card da 2GB con interfaccia sata da inserire direttamente sulla motherbord, con openfiler già installato.
La filosofia è la stessa della chiavetta usb ma meno economica.
Questa procedura è un po macchinosa perché bisogna forzare openfiler a  partire dal volume usb e occorre quindi modificare il demone initrd (che si occupa del boot) inserendo i moduli per l’usb.
Prima di tutto è necessario sincerarsi che il proprio pc/server permetta il boot da usb.
Dopodiché  inserire la chiavetta usb e scollegare/disabilitare  il volume destinato allo storage in modo tale che non venga visto da openfiler durante l’installazione. Leggi il seguito di questo post »

OPENFILER – STORAGE NAS/SAN OPEN SOURCE 3a Parte

Postato il Aggiornato il

segue dalla parte 2a

Dopo aver installato Openfiler ed effettuato il reboot possiamo collegarci via web alla console per l’amministrazione remota del sistema.

Bisogna quindi digitare sulla barra degli indirizzi del browser:

https://<ip of openfiler host>:446

apparirà una pagina con la seguente maschera di login:

login

Figura 1. loggin in OpenFiler Leggi il seguito di questo post »