esxi

Sexilog: free syslog server per vmware.

Postato il Aggiornato il

sexilogSexilog è un free syslog server ottimizzato per gli ambienti VMware vSphere cioè per gli host esxi e per i vCenter, ma può essere utilizzato anche per la raccolta dati di macchine windows.
Sexilog offre una grande capacità di analisi di logs ma ha anche la funzione di monitoraggio in tempo reale, in combinazione con dashboards altamente personalizzabili, consultabili via interfaccia web.
SexiLog si basa sulla suite ELK, sigla composta dai componenti Elasticsearch Logstash Kibana, oltre ad alcuni strumenti Curator, Riemann e nodes.js.
Leggi il seguito di questo post »

Iperius Backup Advanced VM(ware)

Postato il Aggiornato il

iperius-backup-vmware-esxiTra i partner tecnici delle due ultime edizioni di HackInBo c’era Iperius Backup, software di backup made in Italy, sviluppato e commercializzato dall’azienda marchigiana Enter Srl.
Grazie ad un post di un lettore ho conosciuto la versione Advanced VM che, con una sola licenza perpetua, permette di fare il backup di macchine virtuali che girano su Vmware ESXi e vSphere Hypervisor (ESXi Free).
Non ci sono limitazioni nè per il numero di macchine virtuali di cui si fa in backup, nè per il numero di host esxi a cui è possibile collegarsi, ed è possibile fare il backup a “caldo” delle vm su diversi dispositivi (Dischi esterni, NAS, Tape LTO, etc..).
Leggi il seguito di questo post »

Upgrade vmware esxi free 5.1 alla versione 5.5

Postato il Aggiornato il

esxi5.5Il 22 Settembre VMWARE ha rilasciato la versione 5.5 dell’hypervisor vSphere esxi.
Le nuove features le trovate elencate sui siti di seguito e su molti altri nel web:
http://www.vmware.com/it/products/vsphere/features/esxi-hypervisor.html
http://www.dpmworld.net/2013/08/30/vmware-annuncia-vsphere-5-5/
http://vinfrastructure.it/2013/09/vmware-vsphere-5-5-whats-new/
http://www.vmwareandme.com/2013/11/best-10-differences-between-esxi-51-and.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+Vmwareandme+%28VMwareAndME%29#.Uo5VCOIlK2I
Sembra giunto quindi il momento di aggiornare la precedente versione 5.1 alla 5.5 senza indugio ma occorre fare prima una serie di considerazioni.
Leggi il seguito di questo post »

Backup e restore vmware esxi 5.0/5.1 host configuration

Postato il Aggiornato il

powerclilogoSul interessante blog  Shogan.tech di Sean Duffy, vmware specialist, ho trovato una comoda utility, da lui realizzata, per effettuare il backup e il restore della configurazione degli host vmware esxi 5.0 e 5.1.
L’utility, attualmente alla versione 1.3, scritta utilizzando comandi PowerCLI 5.0 e 5.1 e PowerShell, lancia una GUI che permette di fare il backup della configurazione degli host esxi, su un percorso di rete o sul disco locale.
Per prima cosa occorre installare la VMware vSphere PowerCLI 5.1 e poi abilitare l’esecuzione remota degli script su powershell ovvero mandarla in esecuzione come amministratori e digitare il seguente comando:

Leggi il seguito di questo post »

Upgrade vmware esxi free 5.0 alla versione 5.1

Postato il Aggiornato il

esxi_07L’aggiornamento di vmware esxi free (non gestito dal vCenter) dalla  5.0 alla 5.1 è abbastanza semplice e simile a quella per aggiornare la 5.0 con le varie patch come descritto in quest altro mio post, e non necessita di dover reinstallare da zero il sistema.
Occorre scaricare dal sito vmware il pacchetto  dell’aggiornamento chiamato “VMware-ESXi-5.1.0-799733-depot.zip” scaricabile qui , previa registrazione sul sito stesso.
E’ necessario spegnere tutte le virtual machine attive sull’host esxi da aggiornare e mettererlo in manteinence mode, e se già non lo fosse, attivare il servizio SSH per accedere allo stesso host e copiare il pacchetto d’aggiornamento sul datastore locale.
Leggi il seguito di questo post »

Splunk: syslog server per vmware esxi

Postato il Aggiornato il

In un’infrastruttura virtuale basata su diversi vmware esxi stand-alone, quindi senza una gestione centralizzata tramite il vCenter, risulta comodo poter disporre di un syslog server che funga da repository centrale per la  raccolga dei log degli host esxi.
Un syslog server, oltre che per la comodità della centralizzazione , è anche utile per la storicizzazione dei log di esxi perché nella versione 4.0 i log vengono salvati nella directory /var/log/messages che viene però svuotata al riavvio dell’host.
Nella versione 4.1 invece i log vengono preservati anche dopo un restart dell’host ma la directory di default è cambiata in /scratch/log/messages  accessibile però solo tramite la Tech Support Console.
Per conservare e gestire il log di esxi occorre quindi impostare un forwarding dei log verso un syslog server utilizzando in questo caso Splunk.
In questo mio post illustro cosa è Splunk e come si installa su una macchina linux.
In quest’altro post invece spiego come realizzare un access control per splunk tramite Nginx.
Leggi il seguito di questo post »

Abilitare il Tech Support Mode in vSphere 4.1 (esxi)

Postato il Aggiornato il

Come avevo già accennato nel mio precedente post, una delle novità introdotte in  Vmware vSphere Hypervisor 4.1, ovvero esxi, è il pieno supporto al Tech Support Mode (TSM).
Il TSM, molto brevemente, è una modalità per accedere alla console di esxi, sia localmente, sia da remoto tramite SSH, per esigenze di troubleshooting o di settaggi particolari eseguibili solo tramite console.
Fino alla versione precedente, la 4.0 update 2, per accedere alla console ed anche alla abilitazione di ssh, occorreva fare delle operazioni non molto user-friendly, descritte qui,  e comunque un warning avvisava la mancanza di supporto ufficiale per questa modalità che era infatti gestita in maniera un po ambigua da parte di Vmware.
Ora il problema non si pone più e il TSM e il Remote TSM (via ssh), può essere abilitato o disabilitato molto facilmente dalla Direct Console User Interface (DCUI). Leggi il seguito di questo post »

Vmware rilascia vSphere versione 4.1

Postato il Aggiornato il

Come da programma, oggi 13 Luglio 2010, vmware ha rilasciato la nuova versione della propria piattaforma per la virtualizzazione, la 4.1 che comprende oltre a Vmware vSphere 4.1, anche VMware ESXi 4.1 Installable, VMware ESXi 4.1 Embedded, e VMware vCenter Server 4.1.

La nuova versione è già disponibile sul sito di vmware per il download.
Le novità introdotte e le implementazioni sono diverse ad iniziare dalla ridenominazioni dei prodotti e delle feature:

  • la versione gratuita esxi è ufficialmente denominata “VMware vSphere Hypervisor”
  • VMotion è ora ufficialmente denominata in vMotion
  • Storage VMotion è ora ufficialmente denominata Storage vMotion

Leggi il seguito di questo post »

VMware GO è finalmente disponibile

Postato il Aggiornato il

Dopo l’annuncio al VMWorld 2009 e il rilascio di una beta il 13 Genanio 2010 Vmware ha reso disponibile ufficialmente il Vmware Go.
Trovate qui la notizia ufficiale.
Vmware Go è un bel esempio di cluod computing, e consiste in una console gratuita via web che permette  la gestione e la configurazione  di server esxi, e la creazione in pochi click di macchine virtuali.
Questa facilità d’uso permetterà ad utenti privati ed aziende di avvicinarsi e prendere confidenza facilmente con la virtualizzazione e in specifico con esxi, che ricordo pur avendo delle limitazioni adotta la stessa tecnologia baremetal di esx a pagamento, il quale deficitava  però di un tool per la gestione centralizzata.
Leggi il seguito di questo post »

Backup & Restore delle macchine virtuali in esx-esxi con VM Explorer

Postato il Aggiornato il

Vmware esxi è un prodotto  gratuito e in quanto tale la licenza base fornita con esso non include il modulo VCB di backup per le macchine virtuali che è compreso nelle licenze base di esx ovviamente a pagamento  (e non poco).
Come fare quindi il backup, magari a caldo, e il restore delle vm?
Esistono vari metodi come script (che tratterò in un’altro post) o vari software di terze parti che permettono di eseguire queste delicate ma fondamentali operazioni.
In questo post parlerò di VM EXPLORER della Trilead, un software molto ben fatto che utilizza la potenza degli script di vmware in una semplice e completa interfaccia grafica.
Questo software permette eseguire backup a caldo e restore delle vm e supporta sia esx che esxi 4.
Leggi il seguito di questo post »

VirtualCenter su Linux

Postato il Aggiornato il

vcenter_linux

Da tempo mi chiedevo se  il Virtual Center fosse disponibile anche per linux, oltre che per windows, contribuendo così a rendere notevolmente più stabile tutta la Virtual infrastructure, data l’importante e prioritaria funzione di questo software al suo interno.
Curiosando doviziosamente sul sito di vmware ho trovato una versione beta del vcenter su linux grosso modo di quasi un anno fa già bella e pronta come Virtual appliance.
Questa macchina virtuale è una versione beta del Vcenter 2.5 ed è basata su una distribuzione linux CentOS 5 appositamente customizzata.
Sembra comunque che la notizia sia ufficiale (link all’articolo) di future release per linux da sia del vcenter e speriamo anche del VI client che tra l’altro farebbe risparmiare alle aziende i costi per le licenze Microsoft. (la guerra tra Redmond e Vmware per la virtualizzazione è fatta anche di queste sottigliezze!)
Qui
trovate il link alla sezione del sito vmware dedicata al beta con la possibilità di scaricare la virtual appliance, occorre registrarsi, e il manuale.
La virtual appliance è disponibile in due formati: zip e ovf.
La prima è disponibile per prodotti come Workstation 5.5 o successivi, VMware Player 2.0 o successivi  e VMware Server 2.0 o successivi.
La seconda, in formato ovf  (Open Virtual Machine Format), è disponibile per VMware esx e esxi.
Fondamentalmente questa versione beta è identica alla versione per windows ma non supporta determinati componenti e funzionalità che elenco di seguito.

Leggi il seguito di questo post »

Aggiornare vmware esxi dalla 3.5 alla 4.0 senza Virtual Center

Postato il Aggiornato il

vmware_logo3In questo post illustrerò come sia semplice effettuare l’upgrade di vmware esxi dalla versione 3.5 alla recente 4.0 vSphere senza l’ausilio di Virtual Center ma utilizzando il “vSphere Host Update Utility 4.0” che si ottiene gratuitamente insieme all’esxi 4.0.
Ricordo anzitutto che la versione 4  è dedicata e certificata per hardware a 64 bit per cui se avete hardware a 32 bit mantenete la 3.5 aggiornandola fino all’attuale update 4.
Registrasi sul sito di vmware e logarsi per accedere alla pagina di download di esxi 4.o e fare il download di “VMware ESXi 4.0 (upgrade ZIP)” e “VMware vSphere Client and Host Update Utility” come da figura sottostante.

Alcune considerazioni importanti prima di effettuare l’upgrade:

  1. Controllare che l’hardware dell’host da aggiornare sia presente nella HCL (Hardware compatibility list).
  2. Non chiudere il vSphere Host Update Utility durante l’aggiornamento.
  3. L’host esxi deve avere almeno 2GB di ram installata.
  4. Dopo l’aggiornamento l’host esx è in “evaluation mode” per 60gg dopodiché bisognerà immettere una licenza (viene rilasciata gratuitamente al momento in cui si scarica esxi 4).
  5. Prima di procedere con l’aggiornamento l’host deve essere posto in “maintenance mode” e le vm spente.

Leggi il seguito di questo post »

Back Up the ESXi Host Configuration

Postato il Aggiornato il

ESX_ServerIn una Virtual Infrastructure, oltre al backup delle virtual machine, è necessario backuppare anche la configurazione degli host esxi nel caso si debba ripristinarla in una fase di disaster recovery.
In questo post mostrerò come farlo in modo facile e da interfaccia grafica senza utilizzo di riga di comando o collegamenti alla console dell’host esxi o altra roba troppo da nerd ;).
Per prima cosa scaricare e installare dal sito vmware la “vmware remote CLI” ovvero “command line interface” per gestire, tramite  riga di comando, l’host esxi. (esxi non include a differenza di esx, una service console). Leggi il seguito di questo post »