reverse proxy

Realizzare un http reverse proxy con password tramite NGINX

Postato il Aggiornato il

Oltre all’utilizzo sfrenato dell’ottimo reverse proxy Pound come da precedente mio post, ho avuto la necessità di utilizzare sempre un http reverse proxy ma che gestisca anche l’autenticazione http ovvero che richieda un utente e una password per accedere al back-end finale.
Una veloce ricerca in rete mi ha mandato su decine di siti che parlano di NGINX (si pronuncia e si legge “engine x”) un open source http server con possibilità di operare come reverse proxy e IMAP/POP3/SMTP proxy server.
Nginx è stato scritto Igor Sysoev per Rambler.ru, il secondo sito più visitato in Russia.
Questo web server sta avendo negli ultimi anni una notevole diffusione per la sua leggerezza, semplicità di utilizzo e  sopratutto per l’alto traffico che può sopportare nonostante il basso impiego di risorse.
Sembra, secondo alcune statistiche,  sia al 4 posto nella classifica dei web server più utilizzati nell’intero web mondiale.
Dal wiki ufficiale si legge che è utilizzato da siti di altissima visibilità e  utilizzo come WordPress, Hulu, Github, Ohloh, SourceForge (vi dice niente?) e TorrentReactor.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci