esx

Vmware rilascia vSphere versione 4.1

Postato il Aggiornato il

Come da programma, oggi 13 Luglio 2010, vmware ha rilasciato la nuova versione della propria piattaforma per la virtualizzazione, la 4.1 che comprende oltre a Vmware vSphere 4.1, anche VMware ESXi 4.1 Installable, VMware ESXi 4.1 Embedded, e VMware vCenter Server 4.1.

La nuova versione è già disponibile sul sito di vmware per il download.
Le novità introdotte e le implementazioni sono diverse ad iniziare dalla ridenominazioni dei prodotti e delle feature:

  • la versione gratuita esxi è ufficialmente denominata “VMware vSphere Hypervisor”
  • VMotion è ora ufficialmente denominata in vMotion
  • Storage VMotion è ora ufficialmente denominata Storage vMotion

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Troubleshooting Vmware Virtual Switch

Postato il Aggiornato il

In questo post vorrei pubblicare un troubleshooting rivolto ai virtual switch di vmware esx/esxi generato da una serie di email intercorse tra me e un lettore del blog che mi ha chiesto un aiuto disperato!…ma alla fine si è risolto..senza prendere  il primo aereo per la destinazione più improbabile..vero paolo??!!! 😉

Mi sembra utile pubblicarlo perché è un errore di interpretazione  molto comune quando si comincia a smanettare con esx, e ci si lancia nella creazione di vswitch sopratutto per l’utilizzo di connessioni di tipo Vmkernel per ISCSI, VMotion, NFS, etc..

Leggi il seguito di questo post »

Backup & Restore delle macchine virtuali in esx-esxi con VM Explorer

Postato il Aggiornato il

Vmware esxi è un prodotto  gratuito e in quanto tale la licenza base fornita con esso non include il modulo VCB di backup per le macchine virtuali che è compreso nelle licenze base di esx ovviamente a pagamento  (e non poco).
Come fare quindi il backup, magari a caldo, e il restore delle vm?
Esistono vari metodi come script (che tratterò in un’altro post) o vari software di terze parti che permettono di eseguire queste delicate ma fondamentali operazioni.
In questo post parlerò di VM EXPLORER della Trilead, un software molto ben fatto che utilizza la potenza degli script di vmware in una semplice e completa interfaccia grafica.
Questo software permette eseguire backup a caldo e restore delle vm e supporta sia esx che esxi 4.
Leggi il seguito di questo post »

Espandere i volumi dei dischi vmdk in vmware esx-i 3.5 U3 e successivi

Postato il Aggiornato il

logo-vmware,E-U-3126-3In questo mio post avevo trattato dell’espansione dei dischi virtuali vmdk fino alla versione vmware esx/esxi 3.5 update 2 che poteva effettuarsi però solo a macchina virtuale spenta.
Con l’avvento del upgrade 3 le cose sono notevolmente cambiate ed è possibile effettuare l’espansione dei volumi virtuali, anche di sistema, di una VM in esecuzione (!!!!!) in maniera davvero facile e veloce.
Questa procedura è fattibile, oltre che ad avere la versione esx/esxi 3.5 U3, combinandola con l’uso dell’utility ExtPart della Dell.
Per prima cosa occorre scaricarsi extpart e salvarla sul disco della VM, di cui si intende modificare la dimensione del volume.
Per seconda collegarsi, tramite alla VMware Virtual Infrastructure Client, all’ host esx/esxi su cui è configurata la nostra VM,  selezionarla e cliccare su “edit settings”.
Nel primo tab “Hardware” selezionare la periferica del disco fisso e a destra della finestra avrete una voce denominata “Disk Provision” in cui sarà presente la quota del hard disk e la possibilità di incrementare la dimensione del volume. (vedi figura sotto).

Leggi il seguito di questo post »

Espandere i volumi dei dischi vmdk in vmware esx 3.0-3.5 U2

Postato il Aggiornato il

logo-vmware,E-U-3126-3Fino alla versione di esx 3.5 update 2 non vi è la possibilità di espandere o modificare la dimensione dei volumi dei dischi virtuali vmdk a Virtual machine  accesa (occorre avere la versione esx-esxi 3.5 update 3 o successive).
In questo post illustrerò, a mio avviso, la procedura per fare questa operazione  nel modo più veloce e sicura però sempre a vm spenta.
Prima di fare questo tipo di operazioni effettuare sempre un backup/copia della VM.!!
Dobbiamo anzitutto, procurarci un software per espandere e manipolare le partizioni e i file systems e consiglio caldamente di utilizzare GParted, una live basata su GNU/linux con licenza GPL, scaricando dal sito l’immagine .iso e tramite scp (es. winscp) spostarla su uno storage raggiungibile dalla VM.
Per prima cosa spegnere la VM e collegarsi via ssh (es. putty) all’host esx e portarsi nel direttorio di storage che contiene i file dei volumi della VM, che si vuole espandere e identificare il file .vmdk
Leggi il seguito di questo post »

Configurare e sincronizzare NTP su vmware esx 3.0.1

Postato il Aggiornato il

computer-drive-clockUn problema non indifferente su vmware esx 3.0.1 , che ancora utilizzo in azienda, è la errata sincronizzazione di orario tra sistema host e sistemi guest.
Spesso capita che l’orologio dei sistemi guest sia troppo avanti o troppo indietro  (quest’ultima è la situazione  più diffusa).
Questo problema è dovuto al fatto che introducendo un layer tra il processore fisico e quello virtuale si genera conseguentemente un ritardo.
Questo inconveniente è stato risolto dalla versione 3.5 di esx/esxi e nel mio specifico caso ho dovuto sincronizzare i sistemi guest tramite un server ntp interno (servizio fornitomi puntualmente dall’ottimo Smoothwall).
E’ necessario però che anche il sistema host sia sincronizzato con una fonte oraria esatta,  perché appena si ha a che fare con i file di log la questione diventa una vera seccatura.
Bisogna quindi a manona configurare il servizio NTP sull’esx collegandosi via ssh ovviamente come root, perché dall’interfaccia grafica del vclient non vi è alcuna opzione di configurazione. Leggi il seguito di questo post »